image border bottom

Palestra Gold Gym, una garanzia di professionalità e simpatia.

luglio 21, 2017  Author: Margherita Bertella Category: Senza categoria   7 Comments

 

Patriiiii

La palestra Gold Gym, alla Spezia, è nata nel 1985. Una bella età, la sua. E una bella storia. Situata in via Gramsci 52, al primo piano di una palazzina antica, si trova al di sopra dell’asilo infantile Maria Adelaide, a pochi passi dalla piazza del mercato. Due delle sue finestre si affacciano sul cortile dell’asilo, adorno di  maestosi tigli che stendono le braccia fino a sfiorarne i vetri e in primavera spandono intorno intenso profumo.  Perché ho scelto di parlare della Gold Gym? Perché la frequento da anni ed è un ambiente a conduzione familiare, che di familiare ha tutta l’atmosfera. Ci ho messo piede la prima volta nel ’95, non ricordo nemmeno spinta da cosa o da chi… Ricordo però benissimo di aver trovato alla reception una giovane signora bionda, in tuta candida, che mi ha accolto con un sorriso radioso facendomi sentire subito a mio agio, mostrandomi le varie sale e dandomi ogni informazione possibile. Quando ho iniziato ad allenarmi, mi ha fornito di una scheda dettagliata, con gli esercizi che riteneva idonei al mio caso. Io che, lo confesso, a scuola non ho mai amato l’ora di educazione fisica, mi sono inserita nell’ambiente con naturalezza, traendone innegabile giovamento. All’epoca, tuttavia, non avevo capito che persona straordinaria fosse Patrizia, quella piccola donna bionda, che irradiava luce intorno. Per me era semplicemente la titolare della palestra, che gestiva insieme al marito e al figlio.

Per anni ho continuato la frequentazione di quell’ambiente, finché ho dovuto interrompere per problemi personali. Sono tornata nel 2014, dopo la morte tragica di mia mamma. Sono tornata per non morire anch’io, sono tornata perché a casa c’era il badante con mio padre ormai a mezzo tra Parkinson e Alzheimer, sono tornata perché avevo bisogno di ritrovare il sorriso di quella donna che sapeva ascoltare e intuire anche le cose non dette, sono tornata e ho lasciato che le lacrime scorressero sulle mie guance, mentre magari facevo la cyclette o il vogatore, o altro. Patrizia mi stava accanto in silenzio, io credo di averle detto, a tratti: “Non farci caso, poi passa”. E lei obbediva, mi bastava la sua presenza, il tacito appoggio. Finché, verso la fine dello stesso anno, anche lei ha perduto la sua mamma, che io amavo e amerò per sempre, con la quale avevo un rapporto speciale. Da quella comune sofferenza è scattata la magia del nostro legame, ora fortissimo.
Ma, al di là del caso personale, mi sento di dire che Patrizia è l’anima della Gold Gym (non me ne vogliano gli altri allenatori ed insegnanti professionalmente preparati che la popolano). Lei è sempre pronta ad accogliere, spronare, incoraggiare chiunque si affacci sulla soglia, grazie alla sua capacità di ascolto, che l’ha portata a frequentare con successo un corso di counseling, il che si addice perfettamente alla sua personalità.
Forte del classico motto: “Mens sana in corpore sano”, Patrizia consiglia di allenare corpo e mente, coltivando l’arte e la cultura, ed è capace di ravvivare non solo il corpo stanco, ma anche lo sguardo spento di chi arriva col fiatone, dopo aver arrancato su per la rampa di scale che conduce all’ingresso, inguaiato nel proprio male di vivere, magari incavolato nero contro il governo, le tasse, le beghe quotidiane con moglie o figli. Fautrice convinta del “Qui e ora”, Patrizia invita a vivere il presente, a cogliere l’attimo, a rispolverare antiche passioni, desideri rimossi, che aiutino a ritrovare l’interesse e la gioia di vivere. Grazie a lei, la Gold Gym è molto più che una palestra, io la definisco scherzosamente (ma neanche tanto), un “consultorio psico-motorio”. Certo è che si tratta di un ambiente magico, dove fare conoscenze interessanti, intrecciare legami di amicizia duraturi, ascoltare storie di vita vera, condividere passioni, emozioni ed esperienze.
Patrizia è una “personal trainer” specialissima, oserei definirla anche una “talent scout”, capace di darti l’imput, la spinta che ti serve in quel momento particolare della tua vita, e fare scoccare una scintilla di entusiasmo dove tutto pareva spento.
Non sto facendole un panegirico solo perché è un’amica grande, se non mi credete potete chiedere a chi la conosce: vi confermerà le mie affermazioni. Permettetemi quindi di darvi un consiglio: se vi sentite oppressi, stanchi, scarichi, sfiduciati… provate a venire alla Gold Gym a respirare quest’aria magica, ad allenare corpo e anima, e tornerete a sorridere, a divertirvi, a cantare (come è accaduto a me), a credere in voi stessi e nel prossimo.

7 comments on: Palestra Gold Gym, una garanzia di professionalità e simpatia.

  1. patrizia 21 luglio 2017 at 19:59

    Grazie Margherita, troppo buona…Se la scuola lo legge mi promuove al volo!

  2. Margherita Bertella 22 luglio 2017 at 11:22

    è solo la verità

  3. Alberto Barli 31 luglio 2017 at 12:01

    …praticamente una Pat therapy

  4. Alberto Barli 31 luglio 2017 at 15:10

    E’ un caso lampante di Pat therapy

  5. Margherita Bertella 31 luglio 2017 at 20:49

    bravo. E funziona!

  6. Margherita Bertella 31 luglio 2017 at 20:49

    esatto

  7. Carla 9 luglio 2020 at 15:01

    Anche a me Patrizia mi è stata vicino qndo nel 2oo2ho perso mio marito un’amica x sempre ciao Patry a presto tvb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *